scoopit

Scoop.it, scova, gestisci e pubblica contenuti

Cosa è Scoop.it e come questa piattaforma ti può aiutare a migliorare la tua brand reputation e non solo.

Ecco lo scopo principale di questo post è quello di farti scoprire la piattaforma Scoop.it, quindi ti invito a metterti seduto e leggere quando segue. Te lo assicuro che non resterai deluso alla fine.

scoop.itCome prima cosa andiamo a vedere che cos’è Scoop.it!

Scoop.it altro non è che una piattaforma dedicata principalmente al content marketing, che ti offre la possibilità di raccogliere e condividere con i tuoi follower e non solo, i post o le risorse che provengono da altre persone oppure figure professionali che operano nello stesso settore di mercato in cui operi.

Crea il tuo canale Scoop.it!

Per capire come funziona una piattaforma come questa, io ti consiglio di registrarti e di realizzare il tuo canale di comunicazione. Ti puoi registrare a Scoop.it utilizzando i più famosi social network, quindi ti basta avere un account Facebook, Google Plus, Yammer, Linkedin e Twitter per entrar a far parte di questa piattaforma di contenuti. Il tutto in modo gratuito, quindi non devi preoccuparti che devi pagare per usufruire di tutti i servizi offerti da Scoop.it. Va anche detto che Scoop.it ha pure una versione business che puoi provare in trial.

Una volta che ti sei registrato, non devi far altro che realizzare il tuo primo canale che deve ovviamente contenere informazioni e notizie sulla tematica da te scelta e che è collegabile alla tua attività.

Dai un occhio anche a  Animaker, crea video animati

Scoop.it per il canali di offre anche la possibilità di inserire alcune parole-chiave, collegate al tuo lavoro o alla tua passione, saranno poi queste parole a rendere visibile il tuo canale alle persone interessate alle stesse cose.

Scegli le notizie per il tuo canale di Scoop.it!

A questo punto hai il tuo canale, adesso devi iniziare ad animarlo con contenuti utili. Quindi come prima cosa inizia ad inserire il materiale proveniente dal tuo sito personale, poi per non rendere monotono il tutto vai a selezione con molta cura e attenzione una serie di fonti da cui prendere alcuni contenuti da pubblicare sul tuo canale.

Fatto questo lavoro ti do un consiglio da lettore di Scoop.it, quando gestisci il tuo canale e soprattutto pubblichi le cose rispetta questo rapporto, cioè per ogni post provenienti dal tuo sito, devi avere almeno cinque o sei provenienti da altre fonti. Sai questo per non annoiare le persone con materiale proveniente solo dal tuo lavoro.

Scoop.it e per la condivisione dei contenuti

Dovi sapere che Scoop.it ti offre la possibilità di condividere in modo semplice e super veloce su tutti i social più famosi, come: Profili e Pagine Facebook, Twitter, Linkedin, Yammer, Pinterest, Tumbler, Buffer e App.net.

A questi social ti segnalo che Scoop.it puoi averlo anche sul tuo iPad e iPhone, ma anche come estensione per il tuo browser Chrome. In più puoi collegare questa piattaforma a MailChimp, Zapier, HootSuite, SlideShare e tante altre piattaforme, pensa che puoi anche avere il Share Button e l’widget da incorporare nel tuo sito o in una pagina dedicata.

Dai un occhio anche a  Stribr, il tuo marketing su Instagram

Conclusione

Se prendi la versione premium su Scoop.it hai anche la possibilità di controllare le statistiche sull’andamento del tuo canale, quindi in quanti hanno visualizzato quanto hai pubblicato, quanti visitatori hai avuto sul canale e in quanti hanno interagito con i post presenti sul tuo canale.